26 Lettere

Editoria | Comunicazione | Marketing

+39 347 7112749

info@26lettere.it
Via San Benedetto 26/28, 04022 Fondi (LT)

P.IVA 02715790594

“Il passato nel presente”: immagini, emozioni e ricordi nell’ultimo libro di Valeria Massenzi

Quando a merenda si mangiava pane e olio oppure pane burro e zucchero, e i bambini non erano iperattivi ma solo vivaci; quando ci si divertiva giocando all’aria aperta, disegnando con un gessetto una campana per strada oppure gareggiando in un prato a ruba bandiera; quando non esistevano i videogiochi o i cellulari e la famiglia era il fulcro intorno al quale ruotava tutto: l’Italia degli anni Settanta e Ottanta era un mondo in cui si aveva poco ma non mancava nulla. Con sguardo gioioso, un pizzico di nostalgia e la semplicità con cui si raccontano i ricordi, Valeria Massenzi ha dato alle stampe – per 26 Lettere Edizioni – Il passato nel presente. Un libro che rappresenta  un ritorno a una quotidianità schietta fatta di rapporti umani, in cui l’infanzia appare un’età unicamente felice. L’autrice presenterà il libro, che ha un forte legame con la città di Fondi, proprio nel luogo simbolo della città della Piana, il Castello baronale, venerdì 12, a partire dalle ore 18.30. All’evento, per cui è stato chiesto il patrocinio al Comune di Fondi, è invitata tutta la cittadinanza.

 

Valeria Massenzi, laureata in Lettere – DAMS presso l’Università di Roma Tre, si occupa di scrittura e ha collaborato con varie produzioni cinematografiche e televisive. Nel 2007, un suo progetto di miniserie, scritto insieme a Massimo De Pascale, è stato finalista al Roma Fiction Fest. Nel 2009 ha collaborato alla realizzazione del corto Vite parallele, diretto da Fulvio Spagnoli, che ha vinto il primo premio al Festival del Cortometraggio di Roma. Nel 2010 ha pubblicato il suo primo romanzo, Primavera a novembre, e nel 2014 Feisbuk. Tra vip e svip. Collabora da anni, in qualità di autrice, con il portale Dol’s Magazine. Attualmente vive a Roma, dove lavora al suo quarto libro, un romanzo ambientato nell’Italia degli anni Quaranta.

 

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.