SOCIAL
  • resta aggiornato

    Segui 26Lettere.it su Facebook e Twitter

Nel Regno Unito il divorzio diventa digitale

Mentre l’Italia sperimenta il divorzio veloce, in Gran Bretagna basta un click per dire basta a un matrimonio naufragato. Diventa realtà, infatti, il divorzio digitale: semplice, rapido, indolore (o forse no).

Al via la sperimentazione

Inghilterra all’avanguardia sul fronte della semplificazione burocratica. Ben oltre il divorzio veloce e la possibilità, per le coppie che affrontano il divorzio in maniera consensuale, di separarsi senza avvocato (una rapida guida alle modalità da seguire è offerta dal portale Avvocatoaccanto.com), infatti, c’è il divorzio digitale. Anche per i cittadini di Sua Maestà Elisabetta si tratta di una importante novità, tanto che Il Daily Telegraph parla di una vera e propria sperimentazione partita da Nottingham, capoluogo della contea del Nottinghamshire. Una prova che sarà presto estesa all’intero regno, proprio su impulso del Ministero della Giustizia inglese.

Come funziona il divorzio on line

Come divorziare comodamente da casa e a portata d click? La procedura non è particolarmente complessa e consente, anche, un importante risparmio economico. Oggi, infatti, le spese per chiudere un matrimonio finito male, a Londra e dintorni, si attestano su cifre superiori alle mille sterline. Senza contare la produzione di numerose carte (tutti i documenti da firmare) e la necessità di contattare e affidarsi a un avvocato esperto. Con il divorzio digitale tutto ciò può essere considerato superato. I documenti da formare sono tutti digitali e non vanno, quindi, portati al tribunale ma caricati on line. In questi documenti di nuova generazione si definiscono le modalità con cui si intende regolare la fase del post matrimonio.

Chi può sceglierlo?

Non si tratta, però, di uno strumento accessibile a tutti. Il divorzio on line, infatti, viene proposto solo alle coppie che scelgono la strada consensuale. In tutti gli altri casi, invece, continua a essere indispensabile e fondamentale la presenza di un giudice, una parte terza a cui affidare il compito di definire gli accordi da seguire dopo la parola fine su una storia d’amore.

I vantaggi

La sperimentazione interessa tra diverse piattaforma on line, attraverso le quali è possibile presentare e avviare le procedure per chiudere in maniera consensuale il matrimonio. Questa nuova modalità di divorziare consentirà di risparmiare tempo, velocizzando tutti i processi e le procedure, ma anche di far risparmiare ai tribunali inglese una cifra vicina alle 250 milioni di sterline. Anche la macchina istituzionale sarà alleggerita e resa più rapida. Le speranze sono quelle di offrire a cittadini e istituzioni una strada nuova ed efficace per risolvere in tempi brevi le situazioni più semplici. Il divorzio, infatti, è una scelta spesso dolorosa, agevolare le persone con tempi e procedure più rapide e semplici vuole essere anche un modo per mettere quanto prima la parola fine a una fase triste e dolorosa della vita per aprirne una nuova, improntata all’ottimismo.

Il precedente

In realtà, in Europa, il divorzio via web ha trovato casa in Portogallo, prima ancora che nel Regno Unito. Già dal 2008, infatti, nel Paese mediterraneo è possibile sciogliere un matrimonio facendo ricorso a piattaforme on line. Una procedura che prende tra i 4 e i 20 minuti ed è sicura e riconosciuta al 100 per cento.  La procedura, inoltre, è del tutto gratuita e non prevede l’intervento di avvocati. L condizioni iniziali per avvalersi di questo strumento erano: divorzio consensuale, tra coniugi senza figli e beni in comune.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>