SOCIAL
  • resta aggiornato

    Segui 26Lettere.it su Facebook e Twitter

Lotta ai feminicidi, l’impegno della Fidapa

La FIDAPA BPW Italy è la compagine nazionale di una delle più prestigiose organizzazioni mondiali femminili che ha la mission di sostenere la professionalità, i talenti delle donne e difendere i loro diritti in tutte le sedi, compresi i massimi organismi internazionali quali l’ ONU, UNICEF, UNESCO, FAO e Consiglio d’Europa. Tra gli obiettivi su cui l’Associazione sta focalizzando gli sforzi vi è il contrasto alla violenza di genere. A tal proposito si può affermare che se non è sostanzialmente diminuito il numero dei femminicidi, è comunque aumentata la consapevolezza delle vittime, il loro coraggio, quelle che decidono di denunciare. Questo è uno dei motivi per cui è importante svolgere un’azione innanzitutto culturale, di moral suasion, in modo da porre l’accento non solo sulla punizione ma anche sulla prevenzione della violenza sulle donne. Per realizzare tale obiettivo vi è bisogno di una rete di collaborazione tra le istituzioni e la società civile, con particolare riguardo all’associazionismo. In questa prospettiva la Presidente Nazionale Caterina Mazzella ha presentato una mozione al Sottosegretario della Giustizia Cosimo Maria Ferri il quale vi ha dimostrato attenzione ed interesse. In detto documento l’Associazione chiede con forza: “di rivedere il valore delle indennità in modo che si trasformi in una seria opportunità di ricostruzione di vita per la vittima; si riconosca il principio secondo cui il reato di violenza sessuale costituisce un reato contro la persona; si assicurino le necessarie risorse finanziarie per rendere funzionale il Fondo della Direttiva Europea n. 80 del 2004”. All’incontro, nell’ottica del lavoro condiviso, hanno partecipato anche le rappresentanti istituzionali del Distretto Centro: Patrizia Fedi Bonciani e Fiorella Annibali; le rappresentanti istituzionali della Sezione Roma Campidoglio: Laura Giannuzzi, Federica De Pasquale, Irma Berrone, Donatina Persichetti. Inoltre, si ricorda che dalla Sezione Roma Campidoglio ha preso spunto una proposta di legge per “la prevenzione e la cura del disagio giovanile”. Accanto a ciò la FIDAPA ha posto in essere un’ iniziativa tenendo conto del fatto che le donne che scappano di casa a causa della brutalità del padre, del marito, spesso non sanno cosa fare. Per questo è stato elaborato un Vademecum denominato “Capire per salvarsi”, giunto alla terza edizione, e frutto dell’azione congiunta delle Sezioni capitoline con l’auspicio di essere riuscite a realizzare uno strumento che indichi, con un linguaggio semplice, diretto, elementare,  cosa  le donne possono fare per salvarsi la vita quando sono minacciate di violenza. Il Vademecum, in considerazione della sua importanza, è stato adottato a livello nazionale e rappresenterà un mezzo dell’impegno della FIDAPA BPW Italy nei confronti della prevenzione e del contrasto alla violenza di genere. Alle singole realtà territoriali la sensibilità di accoglierlo e adattarlo alle situazioni locali.

In questa prospettiva la Sezione di Terracina guidata da Rossella Poce (in foto), la quale oltre ad esserne Presidente è anche rappresentante FIDAPA BPW Italy presso il Coordinamento Italiano della LEF (Lobby Europea delle Donne), ha rivisitato in forma tascabile  e curato un’edizione territoriale del Vademecum con il patrocinio del Comune, Assessorato alle Politiche Sociali, in lingua italiana e lingua inglese per raggiungere così anche le donne straniere che vivono nella zona.

 

Fiorella Ialongo

Consigliera Sezione Roma Campidoglio

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>