Contenuto Principale
Fondi, arrestato per resistenza a pubblico ufficiale
Scritto da Orazio Ruggieri   
Lunedì 14 Ottobre 2013 13:49

polizia-di-stato

E’ stato un sabato sera movimentato al centro di Fondi davanti una rinomata pizzeria di via Nazario Sauro. Protagonista in negativo un cittadino originario della Romania, E.F., classe 1981, che dapprima ha oltraggiato e poi opposto resistenza alla forza pubblica che, successivamente, dopo aver minacciato, ha aggredito e ferito.

Non contento di tutto ciò, ha proseguito il suo turbolento show in Commissariato e al Pronto Soccorso dove alla fine è stato sedato con un opportuno intervento farmacologico, prima di essere definitivamente arrestato per la serie di reati di cui si è reso protagonista e che hanno convinto il magistrato di turno, il dott. De Luca, a convalidare l’arresto. L’uomo, con qualche precedente segnalazione già a suo carico, che svolge saltuari lavori come operaio edile e che vive in città, aveva cominciato a farsi notare, verso le 22,20, all’esterno della pizzeria.

Una marea di passanti, che a quell’ora sono soliti  affollare l’accogliente centro della città, e molti avventori lo hanno visto sopraggiungere nell’area antistante l’esercizio di ristorazione in condizioni già di manifesto stato confusionale e macchiato, addirittura, di sangue. Il gestore della pizzeria gli ha precluso l’accesso, mentre qualcuno che stava facendo la fila ha cominciato precauzionalmente ad allontanarsi. Di fronte alle minacciose insistenze del rumeno, il proprietario si è visto costretto a chiedere l’intervento della forza pubblica,  subito sopraggiunta sul posto con una Volante del locale Commissariato. Neppure la presenza degli agenti del vicequestore Massimo Mazio ha convinto l’uomo, che alternava sprazzi di lucidità a momenti di confusione aggressiva, a desistere dal suo atteggiamento. Anzi, dopo l’iniziale atteggiamento ostile a parole verso i poliziotti, la resistenza ai loro inviti a seguirlo in caserma, le minacce di rivalse successive, il rumeno è passato alle vie di fatto, colpendo gli agenti al punto da strappare a uno di loro la divisa. Ammanettato e portato al comando di largo Evangelista, ha distrutto un computer e danneggiato suppellettili e altri arredi dei locali, prima di essere accompagnato al Pronto Soccorso dell’ospedale “San Giovanni di Dio” in via San Magno, dove, dopo l’ennesimo show, finalmente si è calmato quando il personale ha provveduto a praticargli una iniezione di calmante. Al termine della turbolenta serata, l’uomo, su disposizione dl dott. De Luca, è stato trattenuto in arresto nelle celle di massima sicurezza del Commissariato di Largo Evangelisti, in attesa della direttissima.