SOCIAL
  • resta aggiornato

    Segui 26Lettere.it su Facebook e Twitter

Heroes, un esordio di successo firmato Tedd Patterson

Sabato scorso è partita con furore l’avventura di Heroes la one night organizzata dal team MusicMoviment realizzata nella location del Sofia Club di Fondi. Il primo ospite in programma è stato Tedd Patterson. L’artista americano non si è risparmiato. Il suo set è durato per più di due ore e ha tenuto fede alla filosofia del dj: “guardarmi attorno, con emotività”. Un mix di suoni che non hanno lasciato spazio a respiri, ma solo a sospiri, per un genere, House music, che non è morto, anzi è vivo e vegeto. Patterson ha mischiato i sapori delle due nazioni che frequenta, una per nascita, l’America, e l’altra per vissuto, l’Inghilterra. Pochi fronzoli, un omaggio straordinario a Barry White, e poi la scaltrezza di chi il dancefloor lo conosce come le sue tasche. Intorno i sorrisi di tanti, le lacrime di nostalgici e tanto divertimento puro. Prima di lui in consolle c’erano stati Andrea Papitto, ed Enrico Santamaria che, in alcuni passaggi aveva ricordato in modo chiaro ed inequivocabile un decennio, i 90, che lui conosce bene. Dopo Tedd Patterson, l’esibizione di Tino Venditti, in continuità con l’americano, territori che Venditti conosce molto bene, e che bazzica da una vita. Musicalità affini ai due, e che hanno trovato calore nel pubblico, quello delle grandi occasioni. Le percussioni erano di Teodoro Delfino, con chiari omaggi ad alcuni Africa nanismi mai dimenticati.  Heroes, dopo “buona la prima” tornerà presto, molto presto.  Heroes MusicMovement vede la collaborazione di Sound, Art Direction, Renton Crew, Caffè La Perla, St. Justin, La Nueva Moet, Turco napoletano. Info: FB Heroes

Questo slideshow richiede JavaScript.

 

 

 

 

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>