SOCIAL
  • resta aggiornato

    Segui 26Lettere.it su Facebook e Twitter

Concedersi piaceri culinari con un clic

di Fiorella Ialongo

Se si guarda la pubblicità della televisione la sera si possono vedere piatti già pronti che sono vere tentazioni: pizze margherita, lasagne, risotti, dolci. Ma, dopo una giornata di lavoro, per preparare qualcosa che sia gustoso ed invitante ci vuole un’energia fisica e mentale che non sempre si possiede. Le alternative più probabili sono due: tirare fuori dal congelatore il solito cibo da riscaldare al forno o nel microonde; concedersi il piatto del ristorante che si desidera già pronto, cucinato e servito a casa con un semplice clic sullo smartphone. Si tratta di piccoli piaceri che gratificano la mente ed il corpo, e consentono di fare una bella figura se si invitano gli amici per trascorrere una serata insieme. Se a tutto questo si aggiunge la rapidità nella consegna, si comprende facilmente il successo di startup di food delivery (consegna a domicilio di cibo n.d.r.) come Moovenda che offre un servizio di eccellenze gastronomiche di Roma e Viterbo senza limiti di distanza e che ora punta ad espandersi a livello nazionale. Si tratta di un obiettivo raggiungibile dato che la startup ha raccolto complessivamente più di un milione di euro d’investimento, di cui l’ultima trance è di 335.000 euro da parte di finanziatori italiani per fornire, ad esempio il servizio anche in altre città tra cui Napoli. Inoltre, Moovenda ha recentemente acquisito iAmbrogio, applicazione per servizi innovativi di consegna a domicilio, e ha lanciato Moovenda Black, servizio dedicato alla ristorazione di altissima qualità. Altri elementi sono il perfezionamento del modello di business, il miglioramento delle struttura costi. Oltre a questi dati si ricordano il cambio sia del colore del brand in un caldo e brillante arancio, simbolo di forza e determinazione; sia della grafica che è più sfilata, ad indicare la flessibilità e l’orientamento al movimento. Infine, Moovenda è una startup del portafoglio della LUISS ENLABS e vincitrice dello Startup Weekend 2014.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>